giovedì 28 maggio 2015

FUNNY ROCK FILES- ... QUANDO MIKE OLDFIELD PERSE LA "VERGINITA'"


Dopo essere passato dall'anonimato allo 'stardom' con la colossale opera "Tubular Bells" rilasciata nel magico anno 1973, giunto alla seconda metà degli anni '80, Mike Oldfield ebbe dei grossi problemi di comunicazione con la Virgin Records. Il fondo venne toccato quando l'etichetta impose al musicista di lavorare ad un imponente progetto strumentale, che sulla carta avrebbe dovuto intitolarsi "Tubular Bells II". Oldfield reagisce a modo suo pubblicando "Amarok", disco sì strumentale, ma assolutamente "invendibile" e realizzato in maniera che fosse impossibile trarne dei singoli radiofonici. Non contento, il protagonista si diverte anche ad inserirvi un codice morse che, se trascritto, recita "Fuck Off R. B.", insulto neanche troppo velato al presidente della Virgin, Richard Branson. Dopo aver pubblicato l'album "Heaven's Open", Oldfield passa alla Warner Bros e come "schiaffo" morale alla sua precedente etichetta, darà vita nel 1992 ad un disco completamente strumentale intitolato proprio..."Tubular Bells II"!

2 commenti:

  1. Con la Virgin, fu più punk Oldfield dei Sex Pistols. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente, mossa astuta e geniale :)

      Elimina