venerdì 17 febbraio 2012

RIFLESSIONI, CONGETTURE, COINCIDENZE...

Come oramai noto, Raised On Melodies viaggia senza soluzione di continuità nel tempo e nello spazio alla ricerca di chicche, album o semplicemente curiosità che più o meno profondamente hanno inciso sulla storia del rock melodico. Durante una delle nostre solite e snervanti chiacchierate è saltato fuori un episodio alquanto cripitico. Ciò ci ha dato lo spunto per questa nuova rubrica intitolata "RIFLESSIONI, CONGETTURE, COINCIDENZE..." 

Ricordate David Bowie dei tardi anni '80? Quello delle improponibili pettinature e dei pantaloni a vita altissima? Immaginiamo di no, e non possiamo proprio biasimarvi. Il Duca Bianco è ricordato soprattutto per alcuni capolavori del rock più estroso e sperimentale come "Ziggy Stardust", "Aladdin Sane", "Station To Station" e la famigerata 'Trilogia Berlinese'. Oramai immerso nel mainstream più plastificato, il Nostro nel 1987 incide l'album "Never Let Me Down", nel quale emerge in alcuni episodi la sua indubbia classe, sacrificata in favore di un songwriting eccessivamente lineare e scontato. Il singolo "Time Will Crawl" (promosso dal solito e orrendo video in linea con le produzioni del periodo) contiene una frase che fa riflettere: "Ho avuto un brutto mal di testa durato tre lunghi anni". Sebbene mai confermato, abbiamo il fondato sospetto che si tratti di un riferimento ai tre anni più bui della sua carriera (1974-1975-1976), un periodo offuscato dall'abuso di cocaina e da una serie di disordini mentali che lo hanno quasi fatto precipitare nell'abisso. Intanto godetevi (si fa per dire) il video. 

video

Nessun commento:

Posta un commento